Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Consorzio Ecogas: “La deroga grazie alle emissioni contenute dei carburanti gassosi, che contribuiscono sensibilmente al contenimento di PM10 e NOX”

Chi possiede un’auto con qualche anno di vita, può ricorrere alla trasformazione a GPL o metano per risparmiare e circolare liberamente.


Roma, 10 dicembre 2016 – Emergenza smog. Proseguono in molte citta' i provvedimenti di limitazone della circolazione per i mezzi piu' inquinanti.
A Roma l’11 dicembre la prima delle Domeniche ecologiche programmate dalla Giunta Capitolina. L’iniziativa, come di consueto, prevede il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico nella Fascia Verde nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30.

Leggi tutto...

Il Consorzio Ecogas: “Via libera per i veicoli a GPL, metano, ibridi ed elettrici”

Bologna, 30 ottobre 2016 - Dal 1° ottobre e fino al 31 marzo 2017 sono in vigore in Emilia Romagna le misure di limitazione alla circolazione previste dal “Piano aria integrato regionale” per ridurre lo smog.

Le modalità dello stop agli autoveicoli e motocicli sono definite dalle ordinanze dei sindaci dei 30 Comuni interessati, ma in generale le limitazioni al traffico sono previste per i veicoli a benzina fino all´euro 1, i diesel fino all’euro 3 e i ciclomotori euro 0, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 e nelle domeniche ecologiche (previste la prima domenica di ogni mese, tranne a gennaio quando si terrà la seconda). 

Il Consorzio Ecogas, che riunisce gli operatori dei settori GPL e metano per auto, ricorda che i veicoli a GPL, metano, ibridi ed elettrici non sono sottoposti a limitazioni della circolazione.

Leggi tutto...

Consorzio Ecogas: vince il mix energetico

Roma, 16 settembre 2016 - Il Consiglio dei ministri ha approvato ieri sera in esame preliminare il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi.
La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore dei trasporti. La stessa direttiva stabilisce requisiti minimi per l’infrastrutturazione per i combustibili alternativi, da attuare grazie ai quadri strategici nazionali predisposti dagli Stati membri.
Il Consorzio Ecogas, organismo associativo rappresentativo dei settori del GPL e del metano per autotrazione, carburanti a basso impatto ambientale contemplati nel decreto, ha espresso soddisfazione per il provvedimento, che sancisce una volta di più la necessità di un adeguato accesso a tutti i carburanti alternativi.

Leggi tutto...

Il Consorzio Ecogas: “Non è mai stato così conveniente andare a gas e con l’avvicinarsi della stagione invernale e dei blocchi del traffico si può circolare liberamente”.

Bellaria, 23 settembre 2016 – Acquistare un veicolo a gas oppure trasformarlo in officina consente di realizzare risparmi sempre più consistenti. Se nel 2009, anno record per immatricolazioni e trasformazioni di autovetture a gas il GPL costava alla pompa il 48,95% della benzina e il 55,89% del gasolio, ad aprile 2016 la situazione è molto diversa: il prezzo alla pompa del GPL è sceso al 36,05% di quello della benzina e al 41,91% di quello del gasolio.

Leggi tutto...

Consorzio Ecogas: “I margini di crescita sono ancora molto ampi, grazie a rete di distribuzione in crescita e assistenza assicurata da migliaia di officine specializzate”

Roma, 10 maggio 2016 – Le emissioni di CO2 da combustibili in Italia sono diminuite del 14,9% tra il 1990 e il 2013, in saldo attivo del 6,5% rispetto agli obiettivi di Kyoto.

Il peso delle fonti rinnovabili sui consumi energetici finali è passato dal 6,7% del 2007 al 16,7% nel 2013 (fonte Eurostat), mentre la distanza dagli obiettivi previsti per il nostro Paese al 2020 , ovvero la percentuale mancante di rinnovabili rispetto ai consumi energetici finali, è dello 0,3%. Una delle migliori performance europee, se pensiamo che la Francia presenta un saldo negativo dell’8,8%, la Germania del 5,6 e il Regno Unito del 5,3%.

In questo quadro si inserisce anche il ruolo dei carburanti a basso impatto ambientale, GPL e metano in primis, che sono arrivati, al 31 dicembre 2015, a quota 8,1% sul totale circolante autovetture (dati Aci) contro il 7,76 del 2014: 2.137.078 le vetture a GPL, 883.190 quelle a metano – oltre 3 milioni di mezzi, comprendendo sia le auto di primo impianto, sia quelle trasformare in officina - su un totale Italia di 37.351.233 unità.

Leggi tutto...